Sign Up Now FAQ
Signup Now
Per poter scrivere un nuovo messaggio o rispondere a quelli esistenti
ed entrare a far parte della community, è necessario registrarsi.
Eicos il Software per la Dieta a Zona
Scarica oggi Eicos e crea il tuo piano alimentare secondo i principi della Dieta a Zona.
Eicos è la soluzione ideale per provare tutti i benefici della Dieta a Zona del Dott. Barry Sears
Schede d'allenamento
Composizone nutrizionale degli alimenti
Indice Glicemico degli alimenti
Galleria Fotografica Professionisti
Invia una Cartolina

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    axelfoley non  è collegato Principiante
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    8

    Predefinito Un parere sulla mia scheda allenamento



    Ciao, ragazzi...mi sono iscritto proprio 5 gg fa in palestra, con lo scopo di perdere peso e magari di mettere su qualche muscoletto Premesso che il mio problema sta senz'altro nell'alimentazione (molti zuccheri, molte doppie porzioni, molti salumi e molte pizze , vorrei chiedere se questa scheda propostami dall'istruttore è valida o meno.

    Riscaldamento:
    7 min di step ( arrivo a 5 poi crollo) con difficoltà intermedia
    10 min di cyclette a 100 pedalate/min e difficoltà 3 su 12
    7 min di tapis-roulant correndo a 8 km/h e pendenza 3%

    Addominali:
    "Bicicletta" sdraiato con le gambe in alto
    Crunch a terra con torsione


    Pettorali:
    Pectoral machine (3 x 12 x 12 kg)

    Bicipiti:
    Curl alla panca Scott (3 x 12 x 13 kg in totale)

    Dorsali:
    Lat machine ( 3 x 12 [la terza serie al massimo sforzo], 20 kg)

    Spalle:
    Lento alla macchina ( 3 x 12 [la terza serie al massimo sforzo], 20 kg)

    E alla fine un po' di streching.

    Il tutto riesco ad eseguirlo nel giro di un'ora e mezza, per i seguenti giorni: lunedì, mercoledì, venerdì

    Un consiglio: Gli addominali, eseguendoli nei giorni in cui nn vado in palestra, producono qualche miglioramento, o potrei "stressare" troppo i muscoli dell'addome fino ad annullare ogni miglioramento?

    Scusate la mia incompetenza in materia, ma mi sto avvicinando ora a questa attività, e vorrei evitare di provocare danni come in passato, quando per un sovraccarico mi sono "semidemolito" il tendine del gomito e mi ritrovo a nn poter fare esercizi come i tricipiti e spinte verticali.

    Grazie a tutti per le eventuali risposte

  2. #2
    L'avatar di Sajan
    Sajan non  è collegato Master Olympia
    Data Registrazione
    Feb 2003
    Messaggi
    2,178

    Predefinito

    Il riscaldamento deve essere un riscaldamento, quindi non c'è motivo di distruggersi su uno step anche perchè il dimagrimento non consguenza di un'attività aerobica intensa, quindi riscaldati e basta. Per la scehda sei all'inizio, niente cose difficili, impara perfettamente l'esecuzione degli esercizi, non strafare, usa un carico adeguato alle tue capacità, non è una gara a chi alza più peso, il peso in sè è un mezzo per raggiungere un fine e non il fine ultimo dell'esercizio, evita l'esaurimento muscolare momentaneo, fatti seguire dall'istruttore e studia, informati, fatti una cultura che ti tornerà utile successivamente. Quindi al momento ciò che fai va bene.
    Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.
    - Albert Einstein -

  3. #3
    fabio83 non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    307

    Predefinito

    Quello che ha detto Sajan è giusto,solo mi sembra che la sequenza con cui alleni i vari distretti sia completamente casuale e senza senso,in più mancano alcuni gruppi.In pratica:PERSONALMENTE non mi piace neanche poco poco.

  4. #4
    axelfoley non  è collegato Principiante
    Data Registrazione
    Jan 2004
    Messaggi
    8

    Predefinito

    Uhm...la sequenza l'ho scritta io casualmente, ma nn pensavo fosse importante. Per quanto mi ricordo, la sequenza è questa: cyclette, tapis roulant, step - addominali - dorsali - spalle - pettorali - bicipiti.

    E' importante la sequenza con cui vengono eseguiti gli esercizi? Se si, xchè e quale sarebbe l'ideale? Grazie della pazienza, amici

  5. #5
    L'avatar di Sajan
    Sajan non  è collegato Master Olympia
    Data Registrazione
    Feb 2003
    Messaggi
    2,178

    Predefinito


    Bè è importante la sequenza ma anche gli accoppiamenti muscolari nelle varie sedute.

    Ad esempio se fai deltoidi e tricipiti non avrebbe senso allenare poi i pettorali, perchè ad esempio nella panca entrano in gioco oltre al gruppo muscolare che interessa allenare direttamente (nell'esempio il petto) anche i gruppi muscolari minori e di supprto oltre a quelli stabilizzatori, quindi in primisi deltoidi (spalle) e tricipiti che già si troverebbero affaticati e quindi potresti non fornire un giusto stimolo al petto....c'è da dire però che molti utilizzano la tecnica del pre-esaurimento, allenare quindi, riferendoci proprio all'esempio i tricipiti prima del petto nel caso in cui si tenda a spingere più con questi che con i pettorali evitando che si raggiunga l'esaurimento muscolare nella panca non perchè il petto ha dato il massimo ma perchè sono i tricipiti l'anello debole del discorso, oppure è anche vero che si potrebbero allenare muscoli antagonisti intervallando le serie, ad esempio nel caso la seduta preveda petto e dorso si potrebbe fare una serie di petto e dopo il recupero iniziare con una per il dorso e via dicendo.....ora tu di tutti questi elementi: pre-esaurimento, cedimento muscolare momentaneo, alternanza gruppi muscolari principali ed antagonisti e via dicendo non dovresti tenere in considerazione, perchè è bene che come già detto inizi dalle basi ma è importante che entri nell'ottica, e che quindi capisca chè ci dovrebbe essere un ordine da seguire non solo nlla singola seduta ma anche nelle varie sedute in termini di accorpamento, ad esempio inutile fare a questi livelli quadricipiti un giorno e femorali in un altro giorno, che sono 2 gruppi muscolari delle gambe (parte anteriore e posteriore) così come non avrebbe senso magari allenare pettorali un giorno ed il giorno dopo fare i tricipiti che hanno avuto già una stimolazione dal petto la volta prima....ripeto ci sono delle eccezioni, delle tecniche particolari ma questo al momento non ci interessa, si potrebbe poi ancora utilizzare la combinazione di un movimento di spinta ed uno di trazione, quindi ad esempio accoppiare in una seduta pettorali (esercizi di spinta) e dorsali (esercizi di tarzione) oppure fare esercizi di pinta divisi da quelli di trazione.....insomma sono molte le sfacettature che si possono ottenere e questo è solo un tassello di tutto il mosaico. Ad esempio si poterbbe fare per 3 volte a settimana

    Pettorali
    deltoidi
    tricipiti
    ****
    Quadricipiti
    Femorali
    Polpacci
    ****
    Dorsali
    Bicipiti

    Ed inserire gli addominali in rotazione 2 volte si e poi 1 sola volta la settimana successiva.

    A complemento

    http://www.bbhomepage.com/forum/show...&threadid=3037

    http://www.bbhomepage.com/forum/show...&threadid=3440

    cmq fatto un giro nel forum

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Consigliati per Voi
Seguici su Facebook Seguici su Google+ Seguici su Twitter