Eicos il Software per la Dieta a Zona
Scarica oggi Eicos e crea il tuo piano alimentare secondo i principi della Dieta a Zona.
Eicos è la soluzione ideale per provare tutti i benefici della Dieta a Zona del Dott. Barry Sears
Schede d'allenamento
Composizone nutrizionale degli alimenti
Indice Glicemico degli alimenti
Galleria Fotografica Professionisti
Invia una Cartolina

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: pettorali squilibrati

  1. #1
    L'avatar di panel
    panel non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Località
    172 cm x 73 kg x 20 cm (membro)
    Messaggi
    363

    Predefinito pettorali squilibrati



    Premetto che mi alleno da 20 mesi e nella mia palestra non ci sono macchine con cavi

    alleno il petto il lunedì, ultimamente con questa routine:
    panca piana: riscaldamento (circa 10 rep.) + 8 rep. + quello che riesco (circa 6 rep.)
    croci su inclinata: 10 + 8 + quello che riesco a fare (circa 6)
    panca inclinata a 45: 10 + 8 + quello che riesco a fare (circa 6)

    Ogni tanto vario le serie di croci o di panca inclinata diminuendo il carico e mi concentro di più sulla massima escursione dei movimenti (12x2 + 1 serie a sfinimento). La panca piana tendo invece a farla sempre al max peso possibile.

    Il mio problema consiste in uno sviluppo troppo squilibrato del petto: la parte alta e centrale è molto carente, invece quella bassa ed esterna viaggia a bomba. Cosa posso fare? Devo eliminare la panca piana e sostituirla con qualcosa di diverso?
    Ultima modifica di panel; 04-11-2004 alle 05:30 PM

  2. #2
    L'avatar di Alex1981
    Alex1981 non  è collegato Il Frangitore
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    182cm X 94 Kg
    Messaggi
    2,494

    Predefinito

    Concentra i tuoi sforzi negli esercizi che enfatizzano la parte superiore/clavicolare del petto, quindi inizia la sessione con la panca inclinata (col bilanciere o coi manubri) facendo seguire le croci su inclinata e poi la panca per ultima. Bada però che lo stimolo sul muscolo dei pettorali è comunque sempre "generico", non è fisiologicamente corretto dire di poter allenare petto alto e petto basso visto che ne esiste solo uno...questo x dire che comunque lo sviluppo del petto deve essere portato avanti in tutte le sue parti.
    Dal punto di vista antomico la parte laterale/inferiore del petto è quasi sempre più ipertrofizzata, e questa proporzione viene rispettata grosso modo anche nel bbing; il concetto lo ribadì anche 4ca una volta...lo stesso coleman ha un dislivello tra la parte superiore del petto e quella inferiore, se visto lateralmente, di diversi cm! Solo che avendo un petto enorme in generis anche la parte clavicolare è sporgentissima..quindi se si è agli inizi non ci si deve preoccupare, il petto alto uscirà sviluppando tutto il muscolo a dovere. Prima la massa, poi le cesellature

  3. #3
    L'avatar di panel
    panel non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Località
    172 cm x 73 kg x 20 cm (membro)
    Messaggi
    363

    Predefinito

    ho afferrato il concetto.
    ma per la zona "sternale" esiste qualche esercizio specifico?

  4. #4
    L'avatar di _Jackie_
    _Jackie_ non  è collegato Principiante
    Data Registrazione
    Aug 2004
    Messaggi
    30

    Predefinito

    ...e pensare che io ho il problema opposto!

  5. #5
    L'avatar di Alex1981
    Alex1981 non  è collegato Il Frangitore
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    182cm X 94 Kg
    Messaggi
    2,494

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da panel
    ho afferrato il concetto.
    ma per la zona "sternale" esiste qualche esercizio specifico?
    Mah vale sempre la regola dello sviluppare il petto, infatti la zona sternali si riempirà a dovere solo una volta raggiunto un certo spessore del muscolo.
    Esercizi mirati direi croci e pectoral machine, enfatizzando la fase finale del movimento, ovvero la "chiusura" dell'arco che poi è il momento in cui lo sforzo va a gravare maggiormente sulla zona centrale del petto. Anche con pesanti esercizi di dip si ottengono buoni risultati e non aver paura di ipertrofizzare il petto basse che non è mai troppo...

  6. #6
    L'avatar di panel
    panel non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Località
    172 cm x 73 kg x 20 cm (membro)
    Messaggi
    363

    Predefinito

    penso comunque che in qualche modo centri la genetica... probabilmente in quella zona ho fisicamente meno fasce muscolari (correggetemi se dico caxxxte). Per lo stesso motivo ad esempio mio socio di allenamento ha i trapezi abominevoli e non lo ho mai visto fare nessun esercizio specifico per quei muscoli...
    Come ha suggerito alex1981 l'ideale potrebbe essere quello di allenare le zone di "handicap" all'inizio della sessione, quando si è al top.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Due parole . . .
Siamo nati nel 1999 sul Freeweb. Abbiamo avuto alti e bassi, ma come recita il motto No Pain, No Gain, ci siamo sempre rialzati. Abbiamo collaborato con quella che al tempo era superEva del gruppo Dada Spa con le nostre Guide al Bodybuilding e al Fitness, abbiamo avuto collaborazioni internazionali, ad esempio con la reginetta dell’Olympia Monica Brant, siamo stati uno dei primi forum italiani dedicati al bodybuilding , abbiamo inaugurato la fiera èFitness con gli amici Luigi Colbax e Vania Villa e molto altro . . . parafrasando un celebre motto . . . di ghisa sotto i ponti ne è passata! ma siamo ancora qui e ci resteremo per molto tempo ancora. Grazie per aver scelto BBHomePage.com
Unisciti a noi !
BBHomePage
Visita BBHomePage.com

Home