Eicos il Software per la Dieta a Zona
Scarica oggi Eicos e crea il tuo piano alimentare secondo i principi della Dieta a Zona.
Eicos è la soluzione ideale per provare tutti i benefici della Dieta a Zona del Dott. Barry Sears
Schede d'allenamento
Composizone nutrizionale degli alimenti
Indice Glicemico degli alimenti
Galleria Fotografica Professionisti
Invia una Cartolina

Risultati da 1 a 11 di 11

Discussione: Uova e seghe mentali

  1. #1
    Spike non  è collegato Principiante
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    41

    Predefinito Uova e seghe mentali



    Rieccomi.
    Mio padre, parlando con un suo conoscente medico sportivo, ha chiesto se poteva nuocermi la mia alimentazione "sregolata", come dice lui, in particolare se i 3 o 4 albumi che mi pappo la mattina sono troppi, uniti poi al tonno (da 50 a 80 grammi) che mangio un giorno si e uno no a pranzo, non ne parliamo...
    Il medico gli ha detto che sono una botta al fegato...ATTENZIONE.

    Per me sono una valanga di cazzate, almeno spero, voi che mi dite?

    §88 §88

  2. #2
    L'avatar di azimut
    azimut non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    419

    Predefinito

    dipende da come è impostata la dieta e dalle tue caratteristiche, certo che una dieta iper proteica un op' affatica gli organi c'è chi ha organi robusti e sopravvive a diete allucinanti e chi i fa del male con poco....

    non so se ti ritroverai ad andare al prontosoccorso con il fegato in mano, potrebbe succedere magari fra qualche anno se segui un'alimentazione molto squilibrata per lunghi periodi di tempo. del resto i medici danno l'informazione per un soggetto medio e non so di che medico sportivo si tratti....anche io tempo fa andai a farmi vedere da un medico che mi avevano presentato come sportivo per un problema alla spalla, quando gli chiesi (per curiosità) che sport seguiva a livello medico (all'epoca facevo pugilato) mi rispose: "nessuno, gioco a calcetto due volte a settimana coi mei amici....." ti lascio immaginare che medico sportivo era....poi comunque era competente per carità!!! solo che a volte si esagera coi titoli...

  3. #3
    recoba non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Feb 2003
    Messaggi
    150

    Predefinito

    che il fegato lavori non c'è dubbio.
    bisogna vedere come è il resto dell'alimentazione
    però per dare dei giudizi definitivi
    pennello

  4. #4
    4ca
    4ca non  è collegato Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2002
    Messaggi
    3,966

    Predefinito

    qualche anno va al costanzo venne un famoso dietologo che disse che l'albume d'uovo sarebbe adirittura un epatoprotettore, ora non capisco a cosa si riferisca un medico per affermare che sarebbe adirittura una legnata al fegato, e in piu in rapporto all'uso di alcolici (e non parlo di uso smodato) dociumi o altro che viene regolaarmante consumato giornamlmente, cmq magar se jim puo chiarirci questo punto, visto che tempo fa aveva acennato a qualche cosa sulla dieta mediterranea e sul suo scarso valore a livello salutare, grazie in anticipo.
    ******************************
    ichiban
    *****************************"

  5. #5
    L'avatar di Sajan
    Sajan non  è collegato Master Olympia
    Data Registrazione
    Feb 2003
    Messaggi
    2,178

    Predefinito

    Devi considerare la dieta nel suo insieme. Ovvio che come bb hai un fabbisogno proteico superiore ad un sedentario, ma non esagerato, quindi evitiamo i 2-3 gr per kg di peso corporeo e prendiamo in considerazione la massa magra, il che già equivale a qualcosa di profondamente diverso. Perciò dipende da quante protien stai davvero consumenado e da come è impostata la tua alimentazione che è importante e su cui si potrebbe discutere.
    Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.
    - Albert Einstein -

  6. #6
    4ca
    4ca non  è collegato Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2002
    Messaggi
    3,966

    Predefinito

    Originally posted by Sajan
    Devi considerare la dieta nel suo insieme. Ovvio che come bb hai un fabbisogno proteico superiore ad un sedentario, ma non esagerato, quindi evitiamo i 2-3 gr per kg di peso corporeo e prendiamo in considerazione la massa magra, il che già equivale a qualcosa di profondamente diverso. Perciò dipende da quante protien stai davvero consumenado e da come è impostata la tua alimentazione che è importante e su cui si potrebbe discutere.
    questa e una cosa su cui abbiamo discusso molto, ma il fatto resta sulla pressione imposta al fegato, che una dieta iperproteica mettera a duro lavoro, ma da qui a BOTTA, mi sembra esagerato, ti ricordo che per dare una botta al fegato con l'alcool non ci vuole una dieta iperalcolica ma gia un paio di bicchieri.........proprio per la composizione stessa della bevanda, insomma mi sembra che i reni e colon soffrano piu la dieta iperproteica del fegato, per tre albumi poi
    ******************************
    ichiban
    *****************************"

  7. #7
    luxor79 non  è collegato Banned
    Data Registrazione
    Jan 2003
    Messaggi
    287

    Predefinito

    volevo chiedervi una cosa: ho appena dato un esame di antropometria, e praticamente ho notato che come sostenuto da tanti, ad esempio da quello(non ricordo il nome) che ha proposto l'hunting e pigout, effettivamente l'uomo è nato con caratteristiche da carnivoro,(44 denti, 8 canini, metabolismo basale basso che permetteva di non soffrire troppo della mancanza di carboidrati(frutta) nel periodo invernale) e ai cambiamenti alimentari(introduzione dell'agricoltura) ci sono stati adattamenti solo parziali. Ora mi viene da chiedermi se in origine noi eravamo carnivori, non è ragionevole pensare che il nostro corpo fosse dotato di reni in grado di non essere danneggiati dall'assunzione proteica visto che per gran parte dell' anno erano l'unico tipo di alimento disponibile? certo magari in tempi preistorici non si mangiavano 200 g di pro al giorno, ma probabilmente siamo in grado di tollerare le proteine meglio di quanto si creda, e comunque meglio dei cereali e roba simile e certo meglio anche del latte di vacca e di tutto quello che in origine non eravamo programmati per mangiare.

  8. #8
    Shawn non  è collegato Mr Olympia
    Data Registrazione
    Mar 2001
    Messaggi
    1,245

    Predefinito

    beh penso che non ci piova su questo...daltronde hai mai visto qualcuno fottersi i reni per aver mangiato troppe proteine?
    viceversa rimpinzandoti di carbo il diabete è bello che servito e non solo...

  9. #9
    Shawn non  è collegato Mr Olympia
    Data Registrazione
    Mar 2001
    Messaggi
    1,245

    Predefinito

    per rimanere in tema, notate la logicità e la saggezza di tale passaggio:

    The basic premise of the TBK Diet is that many of the diseases that plague humanity – such as heart disease, certain cancers, diabetes, obesity, and certain autoimmune disorders result from following an unnatural diet. What do I mean by unnatural? Well, imagine yourself in the woods, or by the ocean or on some fertile plain, with nothing but your own wit. What would you be able to eat? Well, you could gather some berries, fruit, leaves, flowers, roots, nuts, and seeds. You could also use rocks, sharpened sticks, or other simple tools to hunt animals or catch fish. You could prepare simple traps or dig pits and cover them to trap animals, birds, or fish. You might find a bird’s nest and feast on some eggs. Water would be the only beverage available. You could start a fire and cook some of the food you have acquired to enhance its flavor, but if you ate it raw you would digest it without a problem, and would still acquire all of the nutrition you need.

    You would not have access to many of the foods you are accustomed to today. For example, there would be no dairy products available. You would not be able to catch a deer and milk it. Thus, milk, as well as cheese, yogurt, butter, and cream would not be available.

    You would also have little or no access to cereals or grains. Although there may be some wild grains growing around, they would be sparsely distributed, and it would be a waste of your time to gather them and then go through all of the steps needed to make flour out of them. Not to mention your reliance on simple tools, which would make the task even more arduous. Furthermore, there would be no ovens around. Most of your cooking would be limited to roasting over an open fire, making it even more unlikely that you would go through the trouble of using grains to any signi****nt extent. Finally, any grains you would end up eating would be highly unrefined and unprocessed. There is NO way you would be able to make white flour or any other type of refined or processed grains. Most breads, pasta, bagels, muffins, cakes, cookies, crackers, pretzels, and donuts would not be part of you diet at all.

    There would be some legumes around, but you would not be able to munch on them raw for any period of time without becoming ill. Instead, you would have to soak them and cook them to get rid of the numerous toxins and enzyme inhibitors present in order to include them in your diet. However, since you don’t have bowls or other containers in which to soak them, and again, since cooking is limited to roasting over an open fire, you probably would not waste your time roasting beans on a stick over a fire. You might come upon some tubers. Most would make you ill if consumed raw, and so, as with the legumes, you would have to soak and/or cook them. Again, any processed tubers would not be included in the diet at all. You would not be feasting on potato chips, potato starch, and tapioca pudding would not be eaten.

    Sweeteners would be hard to come by. If you were lucky, you could acquire some wild honey. However, you would have to be brave enough to climb a tree with a torch to smoke a bunch of angry bees out of their hive. Thus honey would be a rare treat. Sugar and other refined sweeteners such as corn syrup and high fructose corn syrup would be practically nonexistent. Thus, once again, all baked goods would not be part of your diet. Neither would candy, ice cream, chocolate, soda and other sweetened beverages.

    Alcohol, especially distilled alcohol such as whiskey, vodka, and rum would be unattainable. At most, you might find some fruit that fell on the ground and fermented. But you would not have the equipment to make large amounts of alcohol.

    Finally, most oils would in no way be available to you. For example, corn oil. I challenge anyone to produce a drop of oil from an ear of corn, without modern machines and chemicals solvents. Soybean oil, cottonseed oil, vegetable oil, peanut oil, safflower oil, sunflower oil, and canola (rape seed) oil would likewise be impossible to obtain. Furthermore, hydrogenated oils, found in margarine and most packaged goods would be unavailable. To produce these harmful oils, one first has to acquire one of the impossible to obtain oils mentioned above, and then heat that oil up at high temperatures in the presence of a metal catalyst. You get the point. Fish liver oil, while potentially obtainable, would become rancid very fast in the absence of refrigeration. You might be able to press some oil out of plump olives, and you could obtain a small amount of coconut oil with some effort. These would be unrefined, unlike most of the oils available in the supermarket, and would be relatively stable. However, even if you obtained these oils, you would probably not be using them for frying, especially deep frying, which requires large vats and a lot of difficult to obtain oil.

    Human beings who have lived as hunter-gatherers, subsisting on meat, fish, fruit, berries, leaves, roots, nuts, and seeds, and have avoided dairy products, oils, grains and cereals, sweeteners, and most legumes and tubers, seldom, if ever, acquired any of the diseases that are our top killers. However, when these hunter-gatherers become “Westernized” and adopt our unhealthy diets, they develop the same ailments that afflict us. There are two basic questions to ask in order to determine whether a food is optimal for good health:

    1. Would the food in question be available to me if I was stuck out in nature with nothing but a few simple tools (e.g. a sharpened stick, rocks)?
    2. Can I eat the food in question in its raw, unaltered, unprocessed form, extracting the nutrients from it without becoming ill?

    If the answer to both of the questions is yes, it is healthy. This does NOT mean that you have to eat the food raw – just that you could eat it raw and extract all of the nutrients from it without any ill effects.

    However, I advise you to cook all meat, poultry, fish, and eggs because of the potential for bacterial contamination. In nature, if you just slaughtered any healthy animal, bird, or fish, bacterial contamination would not be an issue, and you would be able to eat and properly digest raw meat. However, we get our meat after it has been lying around and handled many times in its journey from the slaughterhouse to our kitchen table, and thus cooking it is important.

    Most of us today follow a diet containing a large amount of food which is not readily available in nature, and that must be highly processed to become edible. Our bodies were not made to handle such foods, and thus we suffer by dying of heart attacks, strokes, cancer, and complications from diabetes and osteoporosis.

    I am NOT saying that diet is the ONLY cause of the above disorders. Smoking and other tobacco abuse, infectious agents such as viruses, fungi and bacteria, genetic defects, and environmental pollution are well known contributors as well. And obviously, your genes play a role – some people will live to 100 despite smoking cigarettes, while others might suffer a heart attack in their 40s. What I am saying is that diet contributes a signi****nt amount, and by following a healthy, natural, hunter-gatherer type diet, we can drastically cut down on the number of deaths as well as the signi****nt morbidity (e.g. disability, pain, amputations, blindness) from the aforementioned diseases.

  10. #10
    recoba non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Feb 2003
    Messaggi
    150

    Predefinito

    daltronde hai mai visto qualcuno fottersi i reni per aver mangiato troppe proteine?
    scusa ma su questo non sono daccordo.
    Un surplus di proteine entro certi limiti in soggetti sani
    non porta conseguenze.

    Ma questo non significa che si può elevare la quota di proteine
    giornaliera di quanto si vuole.

    signifigant
    pennello

  11. #11
    L'avatar di azimut
    azimut non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    419

    Predefinito

    Ora mi viene da chiedermi se in origine noi eravamo carnivori, non è ragionevole pensare che il nostro corpo fosse dotato di reni in grado di non essere danneggiati dall'assunzione proteica visto che per gran parte dell' anno erano l'unico tipo di alimento disponibile?
    Effettivamente il sistema è "calibrato" in questo modo a quanto si legge, però bisogna considerare che 1) all'epoca l'aspettativa di vita non era poi tanto alta 20 25 anni al max per un'insieme di fattori, quindi il pericolo di fregarsi i reni era ben più ristretto rispetto ai giorni nostri 2) non mangiavano 5 volte al giorno e non sempre gli stessi quantitativi...mangiavano quando gli capitava o quando avevano la fortuna di mangiare 3) i meno dotasti morivano prima per selezione naturale 4) non so se si possano conoscere quali erano le cause delle morti naturali dell'epoca e quanti casi di reni danneggiati dalla dieta ci fossero 5) la qualità delle proteine era probabilmente superiore a quella delle carni odierne.

    non so se in base a questi presupposti si possa avanzare l'ipotesi che una dieta iperproteica sia indicata per l'uomo d'oggi anche sportivo, certo che le proteine aiutano sempre se assunte con criterio, ma da qui a dire che SICURAMENTE non succede nulla non credo si possa... poi intendiamoci rimane sempre il discorso della predisposizione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Due parole . . .
Siamo nati nel 1999 sul Freeweb. Abbiamo avuto alti e bassi, ma come recita il motto No Pain, No Gain, ci siamo sempre rialzati. Abbiamo collaborato con quella che al tempo era superEva del gruppo Dada Spa con le nostre Guide al Bodybuilding e al Fitness, abbiamo avuto collaborazioni internazionali, ad esempio con la reginetta dell’Olympia Monica Brant, siamo stati uno dei primi forum italiani dedicati al bodybuilding , abbiamo inaugurato la fiera èFitness con gli amici Luigi Colbax e Vania Villa e molto altro . . . parafrasando un celebre motto . . . di ghisa sotto i ponti ne è passata! ma siamo ancora qui e ci resteremo per molto tempo ancora. Grazie per aver scelto BBHomePage.com
Unisciti a noi !
BBHomePage
Visita BBHomePage.com

Home