Sign Up Now FAQ
Signup Now
Per poter scrivere un nuovo messaggio o rispondere a quelli esistenti
ed entrare a far parte della community, è necessario registrarsi.
Eicos il Software per la Dieta a Zona
Scarica oggi Eicos e crea il tuo piano alimentare secondo i principi della Dieta a Zona.
Eicos è la soluzione ideale per provare tutti i benefici della Dieta a Zona del Dott. Barry Sears
Schede d'allenamento
Composizone nutrizionale degli alimenti
Indice Glicemico degli alimenti
Galleria Fotografica Professionisti
Invia una Cartolina

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Pump of the Volume!

  1. #1
    L'avatar di enrico1968
    enrico1968 non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    405

    Figo Pump of the Volume!



    8x8, GVT (che poi sono simili), Bill Pearl training, Nubret system, sistema dell'esercizio prevalente...... e altri ancora sono tutti training volti a fare del volume il fattore di crescita relegando secondariamente il fattore intensita'(mai a cedimento) ora liquidare il tutto semplicemente attribuendo al Doping il beneficio di tali sistemi mi sembra alquanto semplicisitico (almeno per me).
    Non vi viene mai il dubbio che si possa arrivare allo stesso punto percorrendo strade diverse?

    NB Se uno mi dice che fa' 5 serie a cedimento per esercizio stento a crederlo che ottenga risultati sul lungo periodo, se li ottiene facendo 5 serie senza portare a cedimento nessuna (o solo in alcuni esercizi o ciclicamente) serie con una frequenza adeguata allora cio' non mi sento di escluderlo a priori!

    saluti
    Puoi programmare se devi fare una performance sportiva non se stai cercando di ipertrofizzare un bicipite.
    Enrico Z.

  2. #2
    L'avatar di Frank Zane
    Frank Zane non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    109

    Predefinito

    Ciao
    mi dai l'ocasione per dire come la penso, avevo intenzione di prire un post in merito. Frasi del tipo nessun sistema funziona, tutti i sistemi funzionano lasciano il tempo che trovano, io sono concorde con l'affermazione invece che un sistema funziona secondo la propria esperienza, anzianità d'allenamento, obiettivi, costituzione e via dicendo. Per anni mi sono allenato con sistemi ad altissimo volume, vuoi per la mia ignoranza in materia vuoi perchè come regola l'istruttore della palestra dovrebbe avere competenze in materia, quindi a 18 anni quando entrai per la prima volta in plaestra mi ritrovai con il classico 4 x 12 per tutti gli esercizi, eseguendo anche 12 serie solo per i bicipiti. Il primo anno guadagnai 10 kg vuoi per la giovane età, vuoi perchè non avevo ulteriori elementi di stress se non l'allenamento in se, vuoi anche che non tutti i 10 kg erano massa magra, ma cmq anche senza un'alimentazione specifica ed anche perchè il corpo non era abituato a quel tipo di labvoro i progressi ci furono. Il secondo anno e così gli anni successivi progressi nulli. Superallenemento perenne, livelli di cortisolo molto alti, dieta neanche a parlarne. Fu in quegli anni circa il 1994 che scopri Mentzer, McRobert, Olympians e degli allenamenti brevi, intensi ed infrequenti. Dopo una pausa totale di 3 mesi ripresi ad allenarmi ed i progressi tornarono, per poi fermarsi di nuovo, la causa questa volta era la mia alimentazione, anchq in questo caso nulla, non la consideravo importante..... Ripresi poi ad allenarmi dopo un'altra pausa, questa volta curavo dieta ed allenamento ed i progressi furono eclatanti, periodizzavo il training e via dicendo. Con il tempo però mi sono reso conto che non bisogna fossilizarsi, non bisogna essere sostenitori accaniti o del BII o dell'alto volume, come dice giustamen te 4ca c'è un tempo per tutto e bisogna sapere quando arriva quel tempo. Allenamento ultra brevi, tipo 2 esercizi per seduta come squat/panca e nell'altra stacch/sbarra mi diedero molto anche a livello di forza, ma poco di massa, successivamente sempre nell'ottica di un allenamento breve ma voluminoso introdussi movimenti accessori curanco anche altri esercizi, insomma evitiamo allenamenti da 1 esercizio in monoserie a quelli di 40 serie a seduta.............Il BII come sostiene anche lo stesso McRobert non va seguito sempre e comunque vita natural durante, ci deve essere spazio per curare i dettagli ed introdurre movimenti accessori, pena anche forti squlibri nell'armonia dello sviluppo completo. Inoltre critico Tozzi che nel suo libro propone dopo nenache 2 mesi d'allenamento tabelle che prevedono squat, stacchi, massimali...........questo può essere fuorviante. Ripeto si deve sapèere quando applicare il bii, come applicarlo e lo stesso per l'alto volume, ma sembra che oggi tutti parlino di bii come se fosse la panacea di tutti i mali, e se qualcuno inserisci un esercizio o qualche serie in più si grida all'untore.......

  3. #3
    obelix non  è collegato Principiante
    Data Registrazione
    Jan 2003
    Messaggi
    88

    Predefinito

    lo dico da sempre varietà nell'allenamento,tutto qui,non esiste chi dice il bii è l'unico modo,il biio l'unico modo natural,hit xchè è più intenso e bla bla bla bla....
    obelixxxxxxx

  4. #4
    4ca
    4ca non  è collegato Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2002
    Messaggi
    3,966

    Predefinito

    Originally posted by obelix
    lo dico da sempre varietà nell'allenamento,tutto qui,non esiste chi dice il bii è l'unico modo,il biio l'unico modo natural,hit xchè è più intenso e bla bla bla bla....
    questo non vuol dire nulla, che vuol dire varieta nell'allenamento?
    come varia uno l'allenamento?
    ed ecco le solite risposte, uno se lo sente, si deve conoscere il proprio corpo, quando i risultati rallentano ecc.
    ma vorrei sapere da tutti voi : come valutate i risultati?
    siete o credete veramente di essere in grado di valutare i rpogressi?
    ho avuto atleti di buonissimo livello che non riuscivano a valutare i loro progressi sia in senso negativo che positivo, ragazzi che gareggiavano da 3 - 5 e anche 18 anni, non riuscira a valutare i loro progressi, non riuscire a prognosticare cosa stava succedendo al di sotto del loro adipe, o cosa sarebbe successo al cambiamento di programma.
    Insomma non sono qui a darvi degl'ignoranti ma ripeto per l'ennesima volta, ne l'aumento di peso corporeo ne quallo di peso sollevato, non sono sinonimo di progresso, e guarda caso coincidenza l'aveva dimostrato anche Zane, il vero che gareggiando sempre molto leggero aveva deciso di fare un salto di "qualita" e presentatosi piu pesante e retrocesso in classifica, ma non tutti vogliono ottenere risultati da agonismo, non titti si vogliono spingere a progressi cosi importanti, ma allora ripeto in ogni caso come valutiamo i progressi?
    e non ditemi che chi inizia se non ci mette un po di costanza non ha progressi perche non ci credo, ammenoche non si nutra di nutella e caffelatte progressi ce ne sono sempre.
    per tornare al discorso di obelix non e varieta che si deve mettere ma programmazione e quella dara risultati a prescindere da tocci Mc Robert e tutti gl'altri.
    e proprio su queste lacune che si basano gl'affari degli scrittori di libri
    ******************************
    ichiban
    *****************************"

  5. #5
    L'avatar di Highlander
    Highlander non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    122

    Predefinito

    L'unico modo per valutare i progressi , secondo me, e a RIGOR DI LOGICA, sarebbe quello di far vedere il proprio fisico a un giudice di gara o a qualcuno cmq. esperto, o no ?

    E' ovvio che NOI STESSI non possiamo dire, guardandoci allo specchio o leggendo l'ago della bilancia se siamo migliorati o meno...

    Il discorso si basa tutto sull'ARMONIA delle proporzioni, armonia appunto che contribuisce a costruire un buon fisico.

    In fondo, lo SCOPO del BB ( e qui non faccio distinzione fra bb agonistico e non, altrimenti il discorso diventerebbe troppo lungo)
    è quello di COSTRUIRE e MODELLARE il fisico.
    Non siete d'accordo?

  6. #6
    obelix non  è collegato Principiante
    Data Registrazione
    Jan 2003
    Messaggi
    88

    Predefinito


    intendo variare appunto i programmi di allenamento,ciclizzare in base a ciò che si vuole e a come ci si sente,è inutile che mi metto ad allenarmi bii quando sento che il corpo vuole piu voolume,chiaramente poi non è detto che funzioni ma penso che un occhio se stiamo migliorando lo vede,almeno su di me lo vedo,certo che non cerco la condizione di salire su un palco,può essere il peso sulla bilancia,può essere un petto più vasto e via dicendo
    obelixxxxxxx

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Consigliati per Voi
Seguici su Facebook Seguici su Google+ Seguici su Twitter