Sign Up Now FAQ
Signup Now
Per poter scrivere un nuovo messaggio o rispondere a quelli esistenti
ed entrare a far parte della community, è necessario registrarsi.
Eicos il Software per la Dieta a Zona
Scarica oggi Eicos e crea il tuo piano alimentare secondo i principi della Dieta a Zona.
Eicos è la soluzione ideale per provare tutti i benefici della Dieta a Zona del Dott. Barry Sears
Schede d'allenamento
Composizone nutrizionale degli alimenti
Indice Glicemico degli alimenti
Galleria Fotografica Professionisti
Invia una Cartolina

Risultati da 1 a 13 di 13
  1. #1
    L'avatar di enrico1968
    enrico1968 non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    405

    Predefinito Monoset, cedimento o no? (X 4Ca, Jim , BBhp, Shawn, Gio, Natural & C.)



    Se ne parla da sempre, qualche tempo fa' era una prerogativa inderogabile per chi lavorava in monoset inteso come unica serie allenante.
    Mentzer lha trasformata in una necessita' primaria Yates a conti fatti non saprei mai ho letto pero' "do train to failure" nelle sue schede.
    Il Dott Winnett pur applicando un ibrido tra i due sistemi non va mai a cedimento e alla veneranda eta' ormai prossima ai 60 ha un fisico da invidia.
    Personalmente non ho mai notato delle differenze cosi' incredibili tra il portare un set a cedimento oppure no anzi finivo con l'esaurirmi col tempo e poi stop con gli allenamenti!
    I massimi risultati li ho sempre ottenuti con la progressione del carico e la ricombinazione di esercizi o nr di reps target (quindi con la variazione dei workout, ovviamente non sempre!)

    A vostro avviso lavorando in monoset il cedimento è d'obbligo oppure un qualcosa in piu' da aggiugere saltuariamente?

    saluti.
    Puoi programmare se devi fare una performance sportiva non se stai cercando di ipertrofizzare un bicipite.
    Enrico Z.

  2. #2
    L'avatar di JohnBlue
    JohnBlue non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Feb 2003
    Messaggi
    214

    Predefinito

    anche se non sono tra i citati,dico la mia :

    quando si lavora in monoserie e si ha come scopo l'aumento della massa è secondo me indispensabile arrivare a cedimento , in questo modo e solo in questo modo(se poi si aggiungono tecniche HI ancora meglio)si ottiene il massimo stress possibile sulle fibre,usando una serie sola.

    Mentzer diceva sempre che è proprio l'ultima ripetizione ad essere la + importante ...
    quando si macinano le ripetizioni che portano all'ultima o a quella che si fallisce, secondo Mentzer il muscolo non ha stimolo a crescere,perchè sta facendo qualcosa che è senza problemi nelle sue potenzialità/capacità.
    solo quando arriviamo all'ultimissima ripetizione il muscolo affronta "l'esperienza nuova" che lo porterà ad adattarsi .

    alla fine dei conti magari non è proprio così,ma sicuro è che se arrivi a cedimento stressi molto di + il muscolo ... visto che sempre di una serie sola parliamo...

    inoltre,se si facesse una serie sola senza arrivare a cedimento,la frequenza andrebbe sicuramente aumentata in base alle proprio capacità di recuperare una serie normale. ...poi bisogna vedere quanti esercizi faresti x muscolo...
    [_John^Blue_]

  3. #3
    Goku77 non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    223

    Predefinito

    Enrico, a mio modesto parere sono gunto a due conclusioni non assolute ma possibili.
    Prima di tutto la chiave è nel personalizzare e è possibile farlo su due vide differenti.
    La prima è di portare il cedimento e quindi probabilmente il recupero tra le sedute dovrà essere maggiore.
    La seconda è di non portare a cedimento le serie e recuperare meno tra le sedute, aumentando così la frequenza.
    Diciamo che sono due grandi sistemi che funzionano ma non sta scritto quale funziona meglio per noi.
    Preciso che la serie che intendo non a cedimento alla fine è una serie interrotta pura, dopotutto fermarsi ad una ripetizione prima del cedimento concentrico non penso che sia abissale sul recupero e sul sistema in generale.
    Ciao
    www.bodybuildingitalia.it

  4. #4
    L'avatar di enrico1968
    enrico1968 non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    405

    Predefinito

    Originally posted by JohnBlue
    anche se non sono tra i citati,dico la mia :

    quando si lavora in monoserie e si ha come scopo l'aumento della massa è secondo me indispensabile arrivare a cedimento , in questo modo e solo in questo modo(se poi si aggiungono tecniche HI ancora meglio)si ottiene il massimo stress possibile sulle fibre,usando una serie sola.
    .........
    Quindi a tuo parere il volume sopperisce la mancanza d'intensita?......
    Puoi programmare se devi fare una performance sportiva non se stai cercando di ipertrofizzare un bicipite.
    Enrico Z.

  5. #5
    L'avatar di enrico1968
    enrico1968 non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    405

    Predefinito

    Ok viste le considerazioni passiamo ad un altro concetto cioe' alla percezione di cedimento!
    E' forse il momento in cui sentiamo di non farcela piu' innarchiamo la schiena e ci facciamo aiutare per completare una mezza ripetizione perche' altrimenti non avremo mai completato quindi ne risulta una mezza forzata??!!
    Oppure arrivare al punto di cedimento significa fermarsi quando sentiamo di non farcela a completare una intera ripetizione in stile buono?
    Puoi programmare se devi fare una performance sportiva non se stai cercando di ipertrofizzare un bicipite.
    Enrico Z.

  6. #6
    L'avatar di Sly83
    Sly83 non  è collegato Mr Universo
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    mi manca giusto qualche centimetro qua e là e poi sono uguale all'Arnold dei bei tempi
    Messaggi
    968

    Predefinito

    Secondo me nel momento in cui dobbiamo farci aiutare a poggiare il peso sulla rastrelliera il cedimento l'abbiamo solo aggirato, ma non lo abbiamo superato semplicemente perchè da soli non ce la potremmo mai fare: il vero cedimento sarebbe un istante, quello in cui le braccia non ce la fanno più e il bilancere ci rovina addosso frantumandoci lo sterno (mi viene in mente una scena di "Lock up").
    altro modo di aggirare il cedimento è "barare" quando siamo allo stremo e inarcare la schiena.
    per come percepisco io l'allenamento (credo che se non basti un set, il secondo sarà inutile oltre che potenzialmente dannoso), è meglio sforzarsi di anticiparequando effettivamente è arrivato il momento di fermarsi attenendoci alle sensazioni, soggettive per definizione, anche se poi un braccio se vuol cedere cede senza che ce ne possiamo accorgere....tutto questo sproloquio per dire che negli esercizi in cui solleviamo carichi importanti ci vuole sempre una persona che ci assista, possibilmente più forte di noi.
    un'ultima cosa: secondo me è solo un dogma pensare che una ripetizione in più vada sempre bene, ma una in meno sempre male.
    Hai mai provato la serie interrotta?
    Cèo!:§83

  7. #7
    L'avatar di enrico1968
    enrico1968 non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    405

    Predefinito

    Si anche se non per un periodo sufficentemente lungo per darne in giudizio.
    Puoi programmare se devi fare una performance sportiva non se stai cercando di ipertrofizzare un bicipite.
    Enrico Z.

  8. #8
    L'avatar di Sly83
    Sly83 non  è collegato Mr Universo
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    mi manca giusto qualche centimetro qua e là e poi sono uguale all'Arnold dei bei tempi
    Messaggi
    968

    Predefinito

    io l'ho usata nell'allenamento di ieri, in una full body di un esercizio per muscolo...la sensazione di intensità è stata qualcosa di tremendo e, devo dire, se pensassi di allenarmi sempre così non avrei più neanche la forza di scrivere sulla tastiera.
    Comunque adottare la serie interrotta saltuariamente può essere un ottimo modo per rendersi conto di quale può essere in effetti il nostro reale potenziale per quanto riguarda la possibilità di raggiungere il vero cedimento.
    almeno, da quello che ho provato ieri mi è sembrato così....fra un mese spero di averne la conferma!

  9. #9
    L'avatar di JohnBlue
    JohnBlue non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Feb 2003
    Messaggi
    214

    Predefinito

    Enrico riguardo la domanda che mi hai fatto
    Quindi a tuo parere il volume sopperisce la mancanza d'intensita?......
    secondo me il volume non sopperisce la mancanza d'intensità..
    cioè,si può fare un allenamento produttivo anche senza arrivare a cedimento,usando un volume maggiore...però maggiore di quanto ? così le cose diventerebbero meno precise e logiche.(secondo me..)

    indurre la massima stimolazione all'ipertrofia , sfruttando al minimo le risorse del nostro corpo. per questo sono x il basso volume e l'altissima intensità.
    però anche a me capita di non essere dell'umore adatto ad allenamenti simili 12 mesi l'anno ... in questi casi uso un volume maggiore(di poco!) arrivando sempre il + vicino possibile al cedimento nelle serie target.
    cerco di arrivarci lo stesso perchè so che in realtà non è il solito "cedimento"ma qualcosa in meno. e le altre serie le uso diciamo x esaurire il glicogeno muscolare ed ottenere così la crescità tramite accumulo di sostanze energetiche + acqua nel muscolo.

    Ok viste le considerazioni passiamo ad un altro concetto cioe' alla percezione di cedimento
    di solito considero + o - cedimento quando arrivoa fallire la ripetizione (Mentzer questo diceva,di fermarsi solo dopo aver fallito..e poi andare avanti in qualche modo se possibile)

    dopo aver fallito la ripetizione o ci si ferma,o ci si fa aiutare a tenere il muscolo ancora sotto tensione facendo forzate e/o isometriche e/o negative .

    tutto a seconda del cedimento a cui vuoi arrivare, in ordine cronologico sono (tenendo conto che si usa lo stesso carico x tutte le fasi del cedimento)

    Positivo
    Isometrico
    Negativo

    + vai avanti nella scaletta,+ ti avvicini al cedimento assoluto,sapendo che stimoli il muscolo moooolto di + ma che questo cratere dovrai recuperarlo.
    [_John^Blue_]

  10. #10
    jim
    jim non  è collegato Mr Italia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Messaggi
    196

    Predefinito

    Sicuramente opto per la monoserie,dovete considerare che la crescita muscolare avviene in base allo stress che imponiamo all'organismo,più questo e intenso più la crescità sarà adattativa,ovviamente non tutti sono in grado di tenere una intensità cosi elevata e non tutti riescono in una sola serie a contrarre le fibbre in maniera adeguata.Qui non c'è sbaglio,a patto di arrivarci graduatamente bisogna allenarsi al 100% dell'intensità.

  11. #11
    L'avatar di Gio
    Gio
    Gio non  è collegato Arnold Schwarzenegger
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    60-90-60
    Messaggi
    2,579

    Predefinito

    E' forse il momento in cui sentiamo di non farcela piu' innarchiamo la schiena e ci facciamo aiutare per completare una mezza ripetizione perche' altrimenti non avremo mai completato quindi ne risulta una mezza forzata??!!
    secondo me il muscolo (sempre secondo le mie sensazioni personali) in questa situazione ha già dato tutto e non ha altro da darti, specie se ovvi con cheating e aiuti.

    Quindi a tuo parere il volume sopperisce la mancanza d'intensita?......
    No

    I massimi risultati li ho sempre ottenuti con la progressione del carico e la ricombinazione di esercizi o nr di reps target (quindi con la variazione dei workout, ovviamente non sempre!)
    Per monoset ci lavoro spesso come dicevo in altri post ma mai su un unico esercizio per gruppo, anche se arrivo a cedimento sento di non aver dato tutto (nel primo esercizio che svolgo....magari verrà) quindi non sò darti una risposta appropriata.Ho quotato quel messaggio perché tendo molto a variare anche io.
    Seminari Expo 2004

    Domanda : "quali reputi i migliori integratori?"
    Cutler : "I migliori integratori sono il cibo"

    Domanda : "Reputi più importante la % di carico o l'esecuzione degli esercizi? "
    Cutler : "Quelle sono cose da powerlifter, nel BB la cosa più importante è la qualità della contrazione"

    Domanda : "Che percentuale di grassi consigli in una fase androgena..in una dieta chetogena...ecc.."
    Taylor : "Il BB è semplice non è astrofisica"

  12. #12
    L'avatar di weboy
    weboy non  è collegato Mr Olympia
    Data Registrazione
    Dec 2002
    Località
    1.84cm 80kg
    Messaggi
    1,185

    Predefinito

    "Un set è perfetto ma poiche' non viviamo in un mondo perfetto il nostro work-out puo' non essere perfetto .... in quel caso la ragione ci portera' a fare 2 set..... DORIAN YATES"

    Concordo con questa frase e poi a dirla è YATES....

    nel senso che bisognerebbe essere atleti perfetti diciamo per stimolare le fibre al massimo in una serie sola ,perche a cedere sotto uno sforzo non sono solo le fibre ma anche il sistema nervoso e il ricambio di sostanze energetiche al muscolo quindi dobbiamo farne almeno 2 o 3.
    Nel caso della panca si puo preaffaticare il petto con le croci o con delle serie progressivamente piu pesanti per portarlo poi con l'ultima serie al massimo cedimento possibile delle fibre o ancora sfinire il petto con press manubri dopo la panca.
    Si puo crescere senza cedimento credo ma dipende dalla propria risposta metabolica, col cedimento si ha sicuramente una risposta molto piu forte pero piu fibre mandiamo a cedimento,insomma piu fibre fiacchiamo e piu dovremo recuperare.
    Quindi se ci fermiamo all'ultima ripetizione eseguibile avremo un cedimento recuperabile in un tempo x , se facciamo forzate,negative,ecc.. insomma massacriamo il muscolo dovremo dargli piu tempo,ottimizzarne molto il recupero altrimenti rischiamo l'infortunio.

    Se usiamo la monoserie (roba da professionisti e neanche..) e per
    di piu non andiamo a cedimento la vedo dura.
    Alla fine dobbiamo causare la supercompensazione dovuta al cedimento delle fibre e quindi alla minaccia maggiore che spinge il fisico alla risposta maggiore.
    “ se ti abitui a mettere dei limiti a quello che fai, fisicamente o in qualsiasi altro livello, questo si ripercuoterà in tutte le tue azioni per il resto della tua vita. Si propagherà nel tuo lavoro, nella tua morale, nel tuo essere in generale. Non ci sono limiti. Ci sono fasi, ma non devi rimanere ancorato ad esse, bisogna superarle… L’uomo deve costantemente superare i suoi limiti”
    Bruce Lee.

  13. #13
    4ca
    4ca non  è collegato Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2002
    Messaggi
    3,966

    Predefinito


    ritorniamo sempre al discorso di base, e cioe quanto e importante concentrtarsi sulla massa?
    io sento sempre ripetere lo stesso concetto anche dai guru piu acclamati e difesi, la massa la massa, ma ribadisxco ancora una volta che ormai siamo in un futuro, forse nn cosi ancora staccato dal passato ma in un b.b. proptratto nel futuro, e percio siamo romai a conoscenza che la massa e iol toglere grasso nn e piu un problema, o meglio resta tale per chi e ancora spaventato dal fatto che nn cresce e che nn gli si vedono gl;'addomin ali, e nnonostante questi nn siano due probleimi difficili da risolversi vediamo ancora tanti tantissimi che si concentrano su queasti due argomenti, e in base a questi target sprecare un sacco di energie e inventarsi tecniche astruse, insomma lo dico ancora una volta, sarebbe come usare tecnologie della NASA per fare Milano- Venezia.
    ora lo stesso discorso vale per l'intensita o per il fatto di portare o meno le serie ad esaurimento.
    per riprendere questo punto sottolineo la cosa che ho notato in molti di voi ed e quella diconfondere l'esaurimento con lo stancoarsi, infatti chi facendo un lavoro di prestancaggio crede di arrivare a raggiungere un'esaurimento piu efficace sbaglia, infattin il piu delle volte, sopratutto se nn si e preparati o nn si esegue bene il tutto nn si fa altro che stancare prorprio il muscolo che dovrebbe essere quello da focalizzare mettendo in funzione cosi i muscoli di contorno, e per il petto questo e mooolto freguente, infatti avendo stancoato il petto con le croci, esercizio dove si riesce a concentrare il lavoro in maniera piu efficace, ci troveremo ad avere spal;l;e e tricipiti belli freschi cosi da usarli al posto del pettorale per eseguire le distensioni.
    lesempio del petto e il piu facile da farsi ma ci sono tanti altri esercizi che subiscono lo stesso sconvolgimento, percio se si volesse essere sicuri di portare a cedimento il muscolo interessato e in qesto caso il petto forse sarebbe meglio fare un prestancaggio interesando spalle e tricipiti piuttosto che il petto stesso, qui ho fatto un esempio sempice ma il discorso potrebbbe essere moooolto piu lungo.
    Ritornando all'esaurimento percio vediamo che per crescere nn occorre fare un gran che di confusione, infatti come ho riportato moltissime volte si vedono gl'atleti applicare diverse combunazioni o sistemi (alta intensita, alto volume, dividere gl;allenaemnti giornalieri in due parti o svolgerli in una seduta unica) e raggiungere ugualemtne uno sviluppo muscolare d'effetto, quello che invece si nota (e l'avevo portato come esempio mesi fa) e la differenza della qualita del muscolo stesso che alla fine e quello che impressiona maggiormente negl'atleti moderni e che si puo ottenere anche senza esagerare con le masse, quelita che ritorna utile in parecchie circostanze.
    Percio sulla crescita e sulla definizione abbiamo visto che: anche se vi allenaste perfettamente, controllaste i tempi il cortisolo il catabolismo caricaste anche una casa sul bilancere, ma nn vi alimentate a dovere il tutto nn funzionerebbe, per la qualita e diverso percio una volta trovata una alimentazione ideale, una volta raggiuntonun livello di forza ottimale (nn certo i carichi che indica McRobert ma nemmeno quelli dei ragazzini) sara senz'altro di un lavoro intenso e percio a cedimento di cui avremmo bisogno per raggiungere quei risultati che oggin come oggi distinguono uno che si allena con un certo criterio da uno che sposta pesi e mangia pollo, uova e mandorle.
    percio per finire vi scrivero che raggiungere il cedimento e fare un lavoro intenso nn e cosa facile e che sopratutto si dovrebbe essere preparati a farlo, e percio ritorno a sottolineare l'importanza della padronanza della contrazione stessa e che se nn si riesce ad raggiungere quella nn si potra nemmeno pretendere di riuscire ad arrivare al cedimento , figurarsi a quello completo, ma si continuera a confonderlo con un "nn ce la vaccio piu" e quello sara il nostro cedimento, che nn ci impedira di crescere ma che di sicuro nn ci aiutera a raggiungere quello che oggi come oggi credo che sia il punto piu importante di uno che vuole ottenere un risultato diverso, avvicinarsi al moderno b.building.
    percio dire che si ha bisogno di 2 o 3 serie o di una nn significa nulla, si ha piuttosto bisogno di raggiungere una sensibilita tale da capire qual'e sara la serie che ci ha dato di piu e se nn si raggiunge in poche serie vuol dire che nn si e pronti e si dovrebbe fare anora esercizi preparatori.
    ome si arriva a tutto questo?
    come in tutti gl'altri sport bisognerebbe avere un allenatore che ci porta a questo punto, infatti continuo a nn capire perche in questo sport tutti hanno un sacco di opinioni idee ecc dai campioni a chi si contorse in palestra ottenendo anche un risultato rispettabile, gl;altri sport hanno dei tecnici dei coatch, vi ricordo che il campione Olimpico Norberto Oberburger (con il quale mi sono allenato per parecchie settimane durante la mia permanenza nella pesistica) aveva il suo allenatore personale che decideva le strategie , i programmi, controllava lo stato di forma con dei test e di conseguenza valutava su cosa si dovesse valutare, e Norberto era un campione olimpico, ha sfiorato parecchie volte il record del mopndo e detiene ancora tutti i record italiani nella sua categoria, anche se ora hanno modificato le categorie ecc. insomma anche lui che era un campione affermato e confermato si avvaleva di..................................
    \veramente noi crediamo di poter dire be penso che.....................vi sapro dire tra qualche settimana.........................ma sei in grado di valutare i miglioramenti?
    sei sicuro che quellon che considerin progresso lo sia veramente, ripeto per l'ennesimoa volta se il progresso e l'aumento della forza o l'aumento di peso corporeo o qualche cm di piu sulle braccia...................scusatemi ma allora sonon io che sono sempre fuori tema.
    ******************************
    ichiban
    *****************************"

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Consigliati per Voi
Seguici su Facebook Seguici su Google+ Seguici su Twitter